Questo codice ci farebbe piacere condividerlo con tutti i genitori e non imporlo! Ciò  permetterà di  lavorare a tutto il personale con senso di responsabilità e fiducia. Ci sono dei doveri e delle  accortezze, che a volte sfuggono, indispensabili per mantenere l’ambiente sereno e armonioso durante lo svolgimento dell’attività.

  • Devo avere rispetto di tutte le figure Societarie ( dal custode del campo al Presidente ), dei compagni di mio figlio e degli altri genitori

  • Devo rispettare le regole,  i programmi, forniti dalla Società e dagli istruttori. Esempio: portare il certificato medico che certifica l’idoneità sportiva, puntualità negli orari di allenamento e nelle convocazioni per la gara, effettuare la doccia a fine allenamento, avvisare se mio figlio  è costretto all’assenza durante l’allenamento, ecc..

  • Devo accompagnare mio figlio ed accertarmi che sia accolto dall’istruttore, preferibilmente non lasciare il centro sportivo durante l’allenamento o la gara

  • Devo tassativamente evitare di rimproverare/suggerire/rivolgere a mio figlio mentre sta svolgendo l’allenamento o la gara

  • Devo evitare commenti inadeguati nei confronti di istruttori, degli altri bambini in campo e nei confronti dei genitori presenti durante l’allenamento o la gara

  • Devo rivolgermi agli istruttori ( solo per avvisi e indicazioni organizzative ) prima o dopo e non durante l’allenamento o gara.  Per chiarimenti su episodi che coinvolgono mio figlio devo rivolgermi rigorosamente al responsabile della scuola calcio.

Inoltre:

  1. Tenere conto che non sono adulti ma dei bambini

  2. Lasciare al bambino la libertà di scegliere  e di agire

  3. Non esagerare con giudizi negativi/positivi che rischiano di creare tensioni/aspettative ingiustificate

  4. Incitare sempre il bambino a migliorarsi attraverso l’impegno durante l’allenamento o gara

  5. Abituare il bambino a vivere lo spogliatoio, facendo la doccia e vestirsi al campo. Facendo portare a lui stesso la borsa prima e dopo l’allenamento o gara. (rendendolo cosi autosufficiente)

  6. Durante le gare evitare un tifo eccessivo che potrebbe risultare diseducativo per i bambini e per l’immagine della società

  7. Ascoltare il bambino e capire se quando torna a casa dopo l’allenamento o gara è felice

  8. Se desideriamo il rispetto per i nostri bambini lo dobbiamo agli altri che pertanto sono bambini anche loro

  9. Evitare di procurare bottiglie di acqua o bibite energetiche durante le attività , ci sono le borracce d’acqua per tutti.

  10. In ultimo a tutti voi genitori del Grifone Monteverde, ricordiamo che nella scuola calcio ci lavorano tre ex bambini, che come i vostri figli hanno iniziato a giocare al calcio nel corridoio di casa.  Grazie alla passione, alla voglia di emergere e allo spirito di  sacrificio  sono riusciti a realizzare il loro sogno e diventare Calciatori. ..questo per farvi capire, chi meglio di loro può comprendere gli occhi di un bambino davanti ad un pallone!!?

Il Responsabile: Daniele Proietti